Tag: antipasto

torta salata stracchino e pomodori

torta salata stracchino e pomodori

Questa torta è stata una gran bella sorpresa. Estiva data la presenza dei pomodori, questa torta è facile e veloce. Un rustico che amerete per il gusto che ricorda la pizza e per il colore. La base che ho scelto è una pasta brisèe ma 

tartare di salmone affumicato e avocado

tartare di salmone affumicato e avocado

Adoro il salmone. Quello affumicato lo metto in insalata, nei tramezzini o semplicemente su crostini imburrati. Quello fresco lo trovo piacevole sia al forno che in padella. Oggi ho voluto provare la tartare. Un piatto classico della cucina internazionale dove il prodotto, crudo, viene tritato 

pizza al formaggio

pizza al formaggio

La pizza al formaggio o crescia di Pasqua o crescia brusca è una “torta” salata tipica delle Marche. Un lievitato ricco di formaggio che il giorno di Pasqua viene messo a tavola come antipasto, per accompagnare i salumi, o a fine pasto per concludere. Ovviamente non manca neanche il giorno di Pasquetta da portarsi dietro per il picnic. La teglia di cottura, chiamata coccia, può essere di terracotta ma anche di alluminio, l’importante che abbia i bordi alti, in sostituzione potete usare i pirottini del panettone.

dose per una pizza di 800 gr. ca.

farina 0 225 gr.
lievito di birra 8 gr.
parmigiano grattugiato 90 gr.
pecorino romano grattugiato 90 gr.
formaggio pecorino fresco 100 gr.
olio evo 30 gr.
strutto 18 gr.
sale
pepe nero
uova 3
latte 60 ml.

Sciogliere il lievito nel latte tiepido. In una ciotola mettere la farina e versare il latte con il lievito e impastare velocemente con una forchetta. In un’altra ciotola sgusciare le uova unire l’olio e lo strutto morbido e mescolare, unire i formaggi grattugiati, il pepe, poco sale e amalgamare.

Unire il composto di farina e lievito e impastare bene il tutto. Porre la massa in una ciotola, coprirla con un foglio di pellicola e mettere a lievitare per una mezz’ora. Trascorso il tempo riprendere la pasta e unire il formaggio tagliato a cubetti, fare due/tre pieghe al composto e rimettere a lievitare aspettando il raddoppio (ca. 2 ore). Ungere con dello strutto i bordi e il fondo della coccia e foderare con della carta forno solo il fondo. Prendere la pasta lavorarla velocemente sul tagliere, sgonfiandola appena, riformare la palla e mettere nella coccia. Lasciar lievitare ancora per ca. 40 minuti. Accendere il forno a 170° modalità statica e giunto a temperatura infornare la pizza per ca. 40/45 minuti. Una volta cotta sfornatela e lasciatela raffreddare. Toglietela dallo stampo e lasciar riposare e finir di raffreddare su una gratella. Si mangia fredda.

frittelle di zucchine

frittelle di zucchine

Molte volte mi ritrovo a preparare piatti con quello che ho in frigo. In questo periodo dove non si può andare a fare la spesa quando si vuole, o solo perchè ci manca qualche ingrediente, succede spesso. Apro il frigo guardo cosa c’è tiro fuori 

gamberi e ricotta su purea di piselli

gamberi e ricotta su purea di piselli

Questo piatto lo presentai anni fa ad una cena evento, ricordo che quello che volevo era creare un mix fresco ma al tempo stesso pieno di gusto, così decisi di creare questi bocconcini dove la consistenza si doveva sentire così come la distinzione dei vari 

tzatziki

tzatziki

Tra le salse greche la salsa tzatziki credo sia la più conosciuta e la più apprezzata. Si prepara velocemente con pochi e semplici ingredienti. Apprezzata come antipasto, da mangiare con il pane pita, o come accompagnamento a carni e pesci.

Il gusto rinfrescante del cetriolo e la sua consistenza croccante ben si sposano con l’acidità dello yogurt, in più aggiungiamo il pungente dell’aglio tritato e la morbidezza dell’olio extra vergine d’oliva. Io lego il tutto con dell’aceto di mele, più morbido di quello a base di vino, leggermente acidulo e dal retrogusto dolciastro. La ricetta prevede l’uso dell’aneto, non riesco sempre a reperirlo ma il suo aroma fresco simile al finocchietto selvatico dà un tocco in più. Provatela, non ve ne pentirete, sentirete un’esplosione di gusto e un’esaltazione della succosità della carne.

per la salsa
yogurt greco 400 gr.
cetriolo 1
spicchi d’aglio 3
olio evo
4 cucchiai aceto di mele
sale

Per prima cosa lavare e asciugare il cetriolo, grattugiarlo dalla parte della lama grossa della grattugia con tutta la buccia e metterlo in un colino con una presa di sale. Lasciarlo scolare dai suoi liquidi per una mezz’ora. Schiacciare con l’apposito attrezzino gli spicchi d’aglio e ripassarli con il dorso di un coltello per creare una cremina. Trascorsa la mezz’ora sciacquare il cetriolo e prendere una ciotola. Mettere la polpa del cetriolo ben strizzata con la purea d’aglio e con una forchetta mescolare unendo lo yogurt. Amalgamato bene il tutto aggiungere due cucchiai d’olio e uno di aceto e mescolare, dopo di che ripetere la sequenza due cucchiai d’olio e uno di aceto. Assaggiare e aggiustare di sale secondo i gusti. Se siete riuscite a reperirlo tritare un ciuffo di aneto lavato e asciugato e unire al tutto. La salsa è pronta, in frigorifero si conserva un paio di giorni.

millefoglie di alici e melanzane

millefoglie di alici e melanzane

Anni fa in occasione di una cena evento ideai questo piatto, era una degustazione di mare con abbinamento vino ad ogni portata. Può essere presentato come antipasto o, variando la porzione, un finger food o un secondo. E’ semplice nella preparazione ma la tempistica un 

panini al nero di seppia con mousse di sgombro

panini al nero di seppia con mousse di sgombro

Ho una cena da organizzare e ho pensato di rivisitare i miei panini neri. Li servo con una fantastica mousse di sgombro e li presento come entreè abbinati ad un buon bicchiere di bollicine. Lo sgombro è considerato un pesce povero ma molto apprezzato dai 

sformato al cavolfiore

sformato al cavolfiore

Un’idea facile e gustosa. E’ un piatto veloce da preparare e che vi farà fare bella figura sia se lo presentate come antipasto sia come piatto unico o come secondo. Una valida alternativa allo sformato di patate o zucchine sfruttando un valido frutto di stagione; il cavolfiore fa bene e ha molte proprietà, ricco di vitamine e minerali è un alimento antiossidante e antinfiammatorio e ha poche calorie. In questo piatto lo arricchisco di gusto accompagnandolo a della salsiccia e al formaggio, questo mix gustoso piacerà anche ai bambini.

cavolfiore 1 medio/grande
salsiccia 1
besciamella 300 gr. (vedi qui)
mozzarelle 2 (tagliate a dadini)
formaggio grattugiato
olio evo
sale
pepe

Togliere il torsolo al cavolfiore e dividere le cimette, quelle più grandi tagliarle in due. Lavatele bene e fatele bollire in acqua leggermente salata per 8/10 minuti. Scolatele e lasciatele raffreddare. In una padella bassa e larga mettete un filo d’olio e sgranate dentro la salsiccia, fatela rosolare. Tagliuzzate grossolanamente le cime del cavolfiore e fatele saltare un paio di minuti con la salsiccia per fare in modo di insaporirsi, aggiungete del pepe.

 

Prendete una pirofila da forno e sporcate il fondo con la besciamella, mettete qualche dadino di mozzarella e versateci sopra metà del cavolfiore con la salsiccia, a questo punto coprite con un bello strato di besciamella, la mozzarella e una bella manciata di formaggio grattugiato. Ripetete mettendo il cavolfiore, la mozzarella, la besciamella e il formaggio. Infornate a 200° (forno caldo) per ca. 25/30 minuti. Lasciate raffreddare prima di servire.

 

 

sformato di broccoli e patate

sformato di broccoli e patate

Un salva cena ma anche uno svuota frigo data la sua versatilità e la possibilità di accostamenti. Normalmente questo sformato si fa con le patate ma siccome mia figlia dai gusti particolari ama più i broccoli che le patate ho visto bene di metterli insieme.