Recent Posts

duffins salati

duffins salati

I duffins, il nuovo tormentone. Il nome è il connubio tra i muffins e i donuts, in quanto l’impasto è simile a quello dei muffins ma ricorda, nel gusto, quello dei donuts. Mi spiego, il sapore e la consistenza ricordano i donuts perchè sembrano delle 

tiramisù al pistacchio

tiramisù al pistacchio

E dopo il classico, quello all’ananas, quello alle fragole o frutti di bosco non poteva mancare quello irresistibile e più goloso, il tiramisù al pistacchio. La mia versione si discosta da quello classico perchè in questo ometto, nella preparazione, l’uso delle uova e dello zucchero. 

cioccolatini

cioccolatini

Guardando qua e là sul web ho visto mille torte e mille creme, poi l’idea di fare questi tartufini con una crema diversa dalla solita ganache. Servono solo due ingredienti, polpa di zucca cotta al forno e cioccolato fondente.

polpa di zucca cotta 150 gr.
cioccolato fondente al 75% 200 gr.

per decorare
granella di nocciole
granella di pistacchi

Sciogliere il cioccolato a bagnomaria o nel microonde. Nel frattempo schiacciare con la forchetta la polpa della zucca fino a renderla una purea, unire il cioccolato fuso e mescolare. Mettere in frigorifero per un’ora. La consistenza è quella di un budino. Prendere due piatti e mettere in uno la granella di nocciole e nell’altra granella di pistacchi. Con l’aiuto di due cucchiaini prelevare un pò d’impasto e rotolarlo in una granella dandogli la forma più rotonda possibile e poi porre nel pirottino. Continuare fino ad esaurimento della crema. Porre il piatto con i cioccolatino fino al momento di servire. Si conservano in frigo per qualche giorno.

crostata al cioccolato e frutta secca

crostata al cioccolato e frutta secca

Non è proprio un dolce primaverile ma è di una bontà unica. Stanche delle solite, ma sempre buone, crostate alle confetture? Questa versione fa al caso vostro. Un guscio burroso di frolla, un ripieno cremoso e uno strato croccante di frutta secca. Ce n’è proprio 

su pappai biancu

su pappai biancu

Dolce antico di origine sarda significa, traduzione letterale, mangiare bianco. I “Biancomangiare” sono dei dessert presenti in altre regioni del Mediterraneo, ognuno con caratteristiche diverse. Quello sardo è ovviamente a base di latte e zucchero con aggiunta di scorze di limone e acqua di fior 

zucca hasselback

zucca hasselback

La ricetta originale, svedese, in realtà vede protagonista la patata intera incisa di tanti tagli e servita con formaggio fuso, ma ormai la versione della zucca è diventata popolare.  Facile e veloce da fare porterete a tavola un contorno semplice ma diverso e anche d’effetto. Siamo ormai agli sgoccioli della stagione delle zucche, il periodo migliore è l’autunno ma in una fredda serata di inizio primavera non mi è dispiaciuto gustarla. La qualità di zucca da preferire per questo piatto è la butternut, ha pochi semi, la polpa è soda, la buccia è sottile e la forma, che ricorda un violino, si presta ad essere incisa. 

zucca butternut 1
sciroppo d’acero 100 ml. circa
sale grosso
foglie di alloro
rosmarino

Tagliate la zucca a metà nel senso della lunghezza e privatela dei semi. Ora, appoggiando la zucca su un tagliere dal lato tagliato, con un pela patate sbucciatela tutta. Con un coltello ben affilato incidete dei tagli a fisarmonica (non arrivate in fondo altrimenti staccate la zucca) distanziati ca. 1,5 cm. e ponete la mezza zucca su una teglia da forno rivestita di carta. Ora procedete con l’altra metà e disponetela sulla teglia affianco all’altra. Lavate le foglie di alloro e i rametti di rosmarino e alternandoli metteteli tra un taglio e l’altro. Spolverate di sale e ora con l’aiuto di un cucchiaio distribuite lo sciroppo d’acero su tutta la superficie. Infornate per ca. 20/25 minuti. E’ buona sia calda che a temperatura ambiente. Consiglio goloso: se la servite calda mettete sopra a ciuffi dei pezzi di gorgonzola che con il calore si scioglierà.

girelle all’uvetta

girelle all’uvetta

Credo siano le mie brioche preferite, morbide, golose e con la glassa che si scioglie in bocca. Ho voluto provare a farle in casa e il risultato mi ha soddisfatto, la pasta è senza uova, rimane forse più leggera. Ci sono molte versione di queste 

verdure al forno

verdure al forno

Ultimamente a casa si mangia più verdure e molta meno carne, così per variare i contorni ho pensato ad uno sformato di verdure diverso, potete servirlo come accompagnamento, come antipasto o usarlo come ripieno da mettere in un guscio di pasta sfoglia e servirlo come 

torta bavarese al cioccolato bianco con gelèe al mango

torta bavarese al cioccolato bianco con gelèe al mango

Festa della donna.

Una festa che con il tempo è diventata popolare e molto commercializzata ed è andata a perdere il valore per cui era stata istituita. Ora si fa festa si esce a cena ci si diverte e si brinda quando invece dovremmo un pò pensare che la festa tanto festa non è. Per l’occasione il dolce che è divenuto il simbolo di questa giornata è la torta mimosa, strati di pan di spagna e crema con sopra un montagna di quadratini di pan di spagna che ricordano le palline della mimosa. Io ho voluto cambiare e non essere così tradizionalista, il dolce è sempre giallo ma con una ricca crema bavarese al cioccolato bianco e sopra una gelèe al mango e tanti pezzettini di mango che ricordano il fiore simbolo della giornata. Ho preso in prestito la base dalla cheesecake visto che il fondo è fatto di biscotti sbriciolati e la crema è una bavarese, una crema inglese arricchita e addolcita di cioccolato bianco e tanta panna montata. La gelèe l’ho tenuta in purezza frullando il mango con un pò di zucchero. La decorazione è semplice, un pò alla maniera delle torte moderne una dadolata di mango qualche fragola e dei piccoli fiorellini.

per la base:
biscotti Digestive 150 gr.
burro 60 gr.

per la crema:
tuorli d’uovo 2
zucchero semolato 25 gr.
latte 125 ml.
gelatina in fogli 3
cioccolato bianco 125 gr.
panna fresca 250 gr.

per la gelèe:
mango 1
zucchero 30 gr.
gelatina in fogli 2

La base.

Con un mixer tritate finemente i biscotti e poneteli in una ciotola. Su fuoco dolce fate sciogliere il burro e unitelo alla farina di biscotti e amalgamate bene. Rivestite con questo impasto il fondo di una tortiera a cerniera rivestito di carta forno. Aiutatevi con il dorso di un cucchiaio a livellare bene la superficie per ottenere una base perfetta e liscia. Ponete in frigorifero per almeno mezz’ora, tempo necessario per il burro di solidificarsi di nuovo. La crema. Preparate e pesate gli ingredienti, scaldate il latte, tritate il cioccolato e in una ciotola con acqua fredda idratate la gelatina. Mettete i tuorli in un pentolino con lo zucchero e mescolate fino ad ottenere una crema chiara e spumosa, poi versate il latte caldo, amalgamate e mettete sul fuoco a far rapprendere la crema, dovete raggiungere gli 85°. A questo punto spegnete altrimenti straccerà. Ora prendete i fogli di gelatina, che nel frattempo si sono idratati, strizzateli bene con le mani per togliere tutta l’acqua e versateli nella crema. Mescolate bene e assicuratevi che la gelatina si sia sciolta. Ora prendete il cioccolato e ponetelo nel pentolino, con il calore anch’esso si scioglierà, la crema dovrà risultare liscia e vellutata, se così non è con un frullatore a immersione sciogliete i grumi. Lasciatela raffreddare, deve raggiungere i 30°. Montate la panna fresca e incorporatela alla crema con un movimento dal basso verso l’alto, questo per non smontare la panna e lasciare la crema gonfia e morbida. Prendete la tortiera dal frigorifero versate sulla base di biscotti la crema e livellate bene la superficie. Rimettete in frigorifero a rassodare almeno un paio d’ore. La gelèe. Sbucciate il mango e prelevate la polpa. Un quarto di questa tagliatela a cubetti piccoli il resto mettetelo in un pentolino con lo zucchero e ponete sul fuoco per far si di ammorbidire il mango e sciogliere lo zucchero. In una ciotola con acqua fredda idratare la gelatina. Ora con un mixer a immersione frullate il mango e con un colino filtrarlo per ottenere una purea liscia, a questo punto aggiungete la gelatina e mescolate. Lasciate intiepidire cinque minuti. Prendete la torta dal frigorifero e sulla superficie colate la gelèe, anche questa livellatela bene. Rimettete in frigorifero un’ora. Ora la torta è pronta togliete la cerniera e sfilate il fondo con delicatezza, ponete la torta su un piatto, un’alzatina o un sotto torta e decorate. Io ho messo qualche fragola e una dadolata di mango a ricordare la mimosa e qualche fiorellino colorato.

biscotti con noci e gocce di cioccolato

biscotti con noci e gocce di cioccolato

Siamo in zona rossa, di nuovo, e sicuramente il tempo non manca per dedicarci alla cucina. In questi pomeriggi abbiamo voglia di dolcezze e allora impastiamo biscotti. Questi sono piacevoli e ricchi di gusto. Golosi per la presenza di gocce di cioccolato, croccanti ed energetici