Tag: carnevale

bombette alla crema

bombette alla crema

In questa settimana di festa ci siamo sbizzarriti con dolci e fritture, le bombette sono dei deliziosi bocconcini di pasta choux fritti e ripieni di crema pasticcera. Si differenziano dalle castagnole fritte e ripiene per l’impasto, quest’ultimo è un impasto lievitato le bombette si fanno 

sfrappole

sfrappole

Domani è giovedì grasso e da domani inizia la settimana di Carnevale, la settimana più grassa dell’ anno. E non è carnevale se non si mangia le castagnole. Termine generico che include ogni tipo di frittelle, quelle ripiene, quelle a ciambella e quelle sottili. Quest’ultime, 

acciuleddi

acciuleddi

Tipico dolce sardo del periodo di carnevale. Credo abbia origine nella zona nord orientale della Sardegna, in Gallura, ma conosciuto in gran parte dell’isola. Sono delle treccine di pasta dolce che vengono prima fritte e poi passate nel miele. A piacere si possono decorare con zuccherini colorati.

farina 00 150 gr.
semola 150 gr.
strutto 75 gr.
zucchero 100 gr.
uovo 1
acqua q.b.
miele di acacia 200 gr.
zuccherini colorati.

Sciogliete lo strutto su fuoco dolce e lasciate raffreddare. Setacciate le farine e ponetele a fontana su un tagliere, aggiungete lo zucchero e l’uovo leggermente sbattuto. Unite lo strutto e mescolate aggiungere a filo l’acqua e iniziate ad impastare. La pasta deve risultare soda. Lasciate riposare in frigorifero almeno un’oretta. Su un tagliere leggermente infarinato ponete la pasta e prelevatene un pò alla volta. Arrotolate dei bastoncini lunghi circa 30 cm. e prendendo le estremità attorcigliate creando dei torcioni. Ponete dell’olio a friggere e quando arriverà a temperatura friggete gli acciuleddi un pò alla volta. Scolateli su carta assorbente. In una padella larga e bassa mettete il miele e fatelo sciogliere dopo di che versate i dolci e mescolate in modo che si amalgamino completamente. Disponete su un piatto e cospargeteli con gli zuccherini.

arancini di carnevale

arancini di carnevale

Siamo in pieno clima carnevalesco e nell’attesa di veder sfilare le mascherine tra stelle filanti e coriandoli ci gustiamo i dolci che la tradizione ci regala. Da nord a sud per il periodo più grasso dell’anno troviamo dolci sostanziosi e fritti che siano ripieni di